Sarà un luogo dove parlare di note, impressioni, musiche distanti e abbagli, sbagli e grovigli dell’anima…sarò un luogo dove incidere sogni, ascoltare canti e osservare il rapido inerpicarsi dei pensieri…saranno i giorni, quelli che dischiudono ogni porta, a fermarsi per raccontare.

31st Dicembre 2012

Foto con 4 note

FINE DI UN TEMPO

Ti ho guardato arrampicare su pareti dense di pioggia, 
scivolare e perderti su sentieri segnati dal vento. 
Ti ho osservato sorgere e cadere su lame di ghiaccio, 
abbandonare ogni speranza e spiegare vele immense sul mare. 
Ti ho ascoltato piangere i tuoi ricordi alla notte, 
cantare preghiere alla tenebra e inni di gioia all’aurora. 
Ho afferrato le tue mani per non farti cambiare, 
e ho lasciato la presa, 
perché la sola cosa che conta in questa vita veloce, è essere liberi di volare.

Paolo Coruzzi
Cala S.Giorgio, 31 dicembre 2012

FINE DI UN TEMPO

Ti ho guardato arrampicare su pareti dense di pioggia,

scivolare e perderti su sentieri segnati dal vento.

Ti ho osservato sorgere e cadere su lame di ghiaccio,

abbandonare ogni speranza e spiegare vele immense sul mare.

Ti ho ascoltato piangere i tuoi ricordi alla notte,

cantare preghiere alla tenebra e inni di gioia all’aurora.

Ho afferrato le tue mani per non farti cambiare,

e ho lasciato la presa,

perché la sola cosa che conta in questa vita veloce, è essere liberi di volare.

Paolo Coruzzi

Cala S.Giorgio, 31 dicembre 2012

Taggato: autoripoesiapoesieforografiascrittori

Fonte: paolocoruzzi.it

  1. postato da paolocoruzzi